Visa per gli USA: differenze tra l’ESTA e l’EVUS

differenze tra l’ESTA e l’EVUS

Vi abbiamo già parlato moltissimo del Visto ESTA  e di come compilare l’iscrizione ESTA USA comodamente online e dal vostro computer a casa. Ma avete mai sentito parlare dell’EVUS? La tematica di oggi tratta proprio di questo: quali sono le differenze tra ESTA e EVUS?

Se non avete idea di cosa stiamo parlando, vi ricordiamo cos’è l’ESTA: il sistema elettronico di autorizzazione al viaggio, in inglese electronic system travel authorization, un sistema automatico, che viene utilizzato dal governo americano per poter stabilire se i cittadini esteri siano idonei o no a viaggiare verso gli Stati Uniti. Grazie a questo programma, viaggiare negli Stati Uniti è più facile e non richiede tutta la complicata documentazione e il tortuoso processo per richiedere un visto o una visa.

Ma per i cittadini che non provengono da una delle nazioni che hanno aderito a Visa Waiver Program, le cose si fanno più complicate, o almeno, sono diverse. Il processo è più lungo: bisogna richiedere una visa, specificare quale, prendere appuntamenti, fare colloqui, recarsi fisicamente in ambasciata. Dal 2016 le cos cambiano, almeno in parte, e per i cittadini di un solo paese, la Cina, con l’introduzione dell’EVUS. Ecco qui di seguito spiegato di cosa si tratta.

ESTA e EVUS? Niente confusione!

Sono la stessa cosa? Uno è l’evoluzione dell’altro? Tranquilli, oggi vi spieghiamo cos’è l’EVUS, acronimo che sta per Electronic Visa Update System e che non ha nulla a che vedere con l’ESTA. L’EVUS è un sistema che è stato lanciato e reso obbligatorio alla fine del novembre 2016, e per il momento, è applicabile solo e soltanto ai cittadini provenienti dalla Repubblica di Cina. Quindi, se non siete in possesso di un passaporto cinese potete dimenticarvi di questo acronimo e proseguire felici per la vostra strada! Per chi proviene da una delle nazioni aderenti al Visa Waiver Program, tutto sarà più semplice e basterà solamente richiedere e compilare il modulo ESTA online.

Come per l’ESTA, anche il processo di richiesta dell’EVUS è molto semplice: può infatti essere richiesto online e l’approvazione è quasi immediata. L’unica nota è che bisognerà richiederlo almeno una settimana prima della partenza.

Evus: a cosa serve?

Lo scopo di questo visto, è quello di aggiornare le informazioni dei cittadini cinesi che sono in possesso di una visa B1 o B2 con la massima estensione di validità, ovvero 10 anni. I cittadini cinesi che vogliono candidarsi per una visa per gli Stati Uniti, dovranno anche candidarsi per l’EVUS prima della partenza verso gli Stati Uniti. Non ci sono particolari requisiti per l’EVUS, ma bisogna sempre ricordare che la Cina, per il momento, non fa parte dei paesi appartenenti al Visa Waiver Program, e quindi i cittadini cinesi dovranno richiedere sempre una visa per poter entrare negli Stati Uniti, anche se si dovesse trattare di una vacanza o di un viaggio turistico.

E’ importante ricordare, che l’Esta non ha nulla a che vedere con questo tema, e che non ne viene assolutamente influenzata o non subirà alcuna modificazione. Si tratta semplicemente di due tipologie distinte di visti, richieste da cittadini di diverse nazioni.