Viaggiare negli USA per partorire? Pro e contro e del turismo delle nascite

Viaggiare negli USA per partorire

Si sente, o si sentiva molto di più nel passato, spesso parlare di turismo delle nascite negli USA. Cosa significa? Si tratta di donne in attesa che viaggiano negli USA per partorire, allo scopo di poter ottenere la cittadinanza statunitense per il nuovo nato.

Nell’articolo di oggi vi parleremo proprio di questo argomento. Partorire negli Stati Uniti senza una visa turistica è possibile? Il turismo delle nascite è legale negli Stati Uniti? Com’è partorire negli USA per stranieri ed immigrati? Come funziona l’assicurazione sanitaria negli USA e quest’ultima copre anche le spese del parto? C’è bisogno di compilare un’applicazione ESTA per tutta la famiglia? Dove trovare il modulo ESTA online per il viaggio negli USA?

Partorire negli USA: costi e assicurazione medica

Se desiderate partorire negli Stati Uniti, la prima cosa da fare è assicurarsi di essere coperti da un’ottima assicurazione sanitaria. Questa premessa è di fondamentale importanza, perché, come tutte le spese mediche e sanitarie in America, se non si è assicurati, risulterebbe avere un prezzo irragionevolmente alto. Non pensate di aggirare l’obbligo dell’assicurazione medica, perchè potreste dover pagare prezzi davvero da capogiro. Stiamo parlando di cifre pari a 70,000 euro per il parto e le cure mediche in gravidanza. Quindi, pensateci bene prima di decidere di partorire fuori dall’Italia, se non potete essere in possesso di un’assicurazione sanitaria statunitense.

Partorire negli USA: cure mediche e ospedali

Le differenze con l’Italia sono molte. Negli States non si usa infatti scegliere la struttura ospedaliera dove partorire, ma piuttosto il ginecologo o ostetrica di fiducia, che solitamente dipendono da una struttura ospedaliera, e dunque saranno loro a decidere dove dovrà avvenire il parto, sempre nel caso si decida di avvalersi alle cure mediche ospedaliere. Il ginecologo o ostetrico si chiama ob-gyn, e conviene trovarne uno che operi nei pressi del proprio domicilio, per non doversi recare ad un ospedale troppo lontano. Come trovare un buon medico?

Il consiglio migliore, oltre a quello di basarsi sulla distanza tra l’ospedale e la vostra abitazione, è quello di visitare il sito web della vostra assicurazione sanitaria, e sceglierne uno tra quelli proposti. Attenzione però, dopo aver fatto le vostre valutazioni e la vostra scelta, assicuratevi che il medico prescelto accetti in pieno la vostra assicurazione sanitaria, altrimenti, la sorpresa, come già abbiamo visto, potrebbe essere molto amara.

Partorire negli USA: modalità e strutture ospedaliere

La scelta su dove partorire negli USA ricade in tre grandi categorie: l birthing centers, gli ospedali, e a casa vostra. Come già vi abbiamo anticipato, la scelta dell’ospedale non dipende da voi, ma verrà effettuata dalla ginecologa o ostetrica alla quale vi rivolgete. Cosa sono i Birthing Center? Questi ultimi sono dei centri per le nascite, presso i quali potrete trovare levatrici e doula, ovvero figure di assistenza prive di formazione in campo medico, che si occupano però di assistenza alla donna in attesa in modo personale. In questi centri è possibile trovare un’atmosfera di tipo più domestico e un’assistenza più personale.

Se invece optate per un parto a casa,questi professionisti offrono i loro servizi anche a domicilio.